La Sorgente

Appartenenza


Incontro di Sabato 25 Febbraio 2017


Appartenenza a una minoranza

Ognuno di noi appartiene a diverse minoranze.

Minoranze Religiose

a una minoranza religiosa

Minoranze Razziali

a una minoranza razziale

Minoranze di Genere

a una minoranza di genere

Fumatori di pipa

ai fumatori di pipa

Ognuno di noi è in grado di capire perfettamente cosa significa appartenere ad una minoranza.


La bibbia

Anche la bibbia si occupa di minoranze. Anche se lo fa a modo suo. Si occupa di una particolare minoranza e non la chiama minoranza ma Resto.

Il Resto di Israele

Lo sparuto gruppetto di persone che è rimasto fedele alla promessa di Dio

diventando così portatore della salvezza


Gesù e la donna cananea

21Partito di là, Gesù si diresse verso le parti di Tiro e Sidone. 22Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quelle regioni, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide. Mia figlia è crudelmente tormentata da un demonio». 23Ma egli non le rivolse neppure una parola.

Allora i discepoli gli si accostarono implorando: «Esaudiscila, vedi come ci grida dietro». 24Ma egli rispose: «Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele». 25Ma quella venne e si prostrò dinanzi a lui dicendo: «Signore, aiutami!». 26Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini».

27«E' vero, Signore, disse la donna, ma anche i cagnolini si cibano delle briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni». 28Allora Gesù le replicò: «Donna, davvero grande è la tua fede! Ti sia fatto come desideri». E da quell'istante sua figlia fu guarita.

(Mt 15,21-28)


Perché utilizzare questo brano del vangelo per parlare dell'appartenenza a una minoranza?

Perché la donna rappresenta quella parte di umanità che Gesù non ha preso in considerazione, che viene ignorata, che non è portatrice di nessun diritto.

Ma che alla fine ottiene ciò che vuole.

Il punto importante, come si vedrà è il motivo per cui questo avviene.

Per capirlo il brano va riletto facendo attenzione agli atteggiamenti dei tre protagonisti.

  • Gesù
  • i discepoli
  • la donna


L'atteggiamento di Gesù

Oggi Mordo

Gesù è sceso dal letto con il piede sbagliato.


Di fronte alla richiesta della donna

Ignorare

Fa finta di niente.

La donna non rientra neppure nel suo orizzonte visivo.

Quante volte facciamo lo stesso?

Quando lo facciamo il messaggio che consegnamo all'altro è:

Tu non meriti di esistere. Sei irrilevante


L'atteggiamento dei discepoli

Donna Cananea

I discepoli sembrano più disponibili alla relazione. Ma lo sono veramente?

«Esaudiscila, vedi come ci grida dietro?»

Non «esaudiscila vedi quanto è grande il suo bisogno», ma perché ci grida dietro.

Ma si dagli quello che sta chiedendo così che non ci rovini la giornata.

Di nuovo pensiamo a quando anche noi ci comportiamo così.

Il messaggio che stiamo comunicando è: abbiamo altro da fare più importante di te quindi togliti dalle scatole.


Di fronte all'insistenza dei dei discepoli

Nicola I

«Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele»

Gesù ha una missione,

questa missione è per il popolo di Israele

e quindi tutto il resto non conta.

Il messaggio che dà è:

ho cose molto più importanti da fare.


La donna insiste

Gesù passa agli insulti

«Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini»

Provate a pensare di essere al posto di questa donna.

Il messaggio è: tu per me sei un cane.


La parte finale

E poi la parte finale. Gesù ha appena finito di insultare la donna in tutti i modi possibili. Le ha fatto chiaramente capire che lei non è degna della sua attenzione. E poi:

«Donna davvero grande è la tua fede».

E qui c'è un salto

L'atteggiamento di Gesù verso la donna è totalmente cambiato.

Cosa è successo?


L'atteggiamento della donna

La donna si mette a gridare ma non come un'isterica.

La donna lo riconosce, infatti lo chiama con il suo vero nome Signore figlio di Davide»

E siccome lo riconosce gli dice «Mia figlia è crudelmente tormentata da un demonio»

Non è certo una cosa da dire a chiunque o da urlare in mezzo alla folla

Il messaggio della donna a Gesù è:

ecco io vengo da te e faccio sapere a tutti che ho un grossissimo problema in casa. Lo faccio nonostante per me sia un disonore perché so che tu puoi fare qualcosa.


L'insulto

E Gesù risponde con un insulto.

«Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini»

Tu per me vali come un cane.

Quanto può aver fatto male l’atteggiamento di Gesù a questa Donna.

Domandiamoci cosa cosa avremmo fatto noi dopo un insulto simile.

Due tipici atteggiamenti:

  • Quello della vittima: ecco vedi, tutti ce l’hanno con me, io ci ho provato, ma lui... .
  • cagnolina lo dici a tua sorella. Io ho una dignità, prendo e me ne vado. Tu mi hai ignorato, adesso io ti ignoro.


L'atteggiamento della donna

La donna di fronte all’insulto lo accoglie e usa l’insulto trasformandolo.

Anche i cani si possono sfamare alla tavola del padrone.

La donna riesce a tenete la relazione aperta dove Gesù tende a chiuderla.

Accetta tutto quello che Gesù le dice perché il suo obiettivo è che sua figlia si salvi

Per fare questo deve ingoiare un rospo amaro.


Lo fa per il bene della figlia

Ed è questa la chiave che permette di entrare nel cuore di Gesù.

Gesù si rende conto che la logica della donna è la stessa con cui anche lui sta vivendo.

Portare la croce per il bene degli altri

Credevo che i miei fossero il mio popolo e invece questa donna è una dei miei molto più degli altri.

La donna fa vedere a Gesù che tutti sono chiamati.


Sentire la chiamata di Gesù

Cosa posso fare io dentro questa situazione perché altri possano avere vita?

Questa è la logica del vangelo.

Una logica impegnativa, chiede di ingoiare dei rospi

Ma essere cristiani non è una cosa per rammolliti