i

La Sorgente

Canzoni


Incontro di Sabato 6 Febbraio 2016


L’amore gay

Estratto da :i giovani di sanremo.

L’amore gay approda sul palco dell’Ariston. Il Festival di Sanremo 2013, dal 12 al 16 febbraio su Rai 1, ha visto infatti un giovane artista proporsi con una canzone d’amore sì esplicita ma nel contempo con un testo romantico e delicato. E’ Renzo Rubino, nato 24 anni fa a Martina Franca in Puglia.

A 16 anni si maschera e si spaccia per Mr V, (noto) pianista londinese in tour italiano. Tutto questo per poter partecipare ad un festival di musicisti di strada organizzato da papà Rubino che come tutti i papà italiani lo vorrebbe avvocato. A 21 anni incontra il suo produttore artistico Andrea Rodini, vocal coach di Morgan nella seconda edizione di X Factor: “Negli ultimi anni ho ascoltato più di 4000 ragazzi. Non ho mai trovato un artista di 21 anni che abbia la forza e l’originalità di Renzo Rubino“, ha detto Rodini.

Nel 2011 viene registrato il primo lavoro in studio dal titolo “Farfavole”, un ed di 7 brani (6 originali e una cover) tra cui “Bignè“, brano con il quale Renzo è risultato tra i vincitori dell’edizione 2011 del festival “Musicultura”. Il brano proposto per il Festival di Sanremo vede la partecipazione di Matteo Falcier tenore dell’accademia del bel canto “Rodolfo Celletti”. Di Rubino colpisce la profonda ricerca di soluzioni melodiche talmente retro da essere moderne. Dopo Sanremo uscirà il disco “Poppins”.

Ecco il testo della canzone: IL POSTINO(AMAMI UOMO)

(Testo di Oronzo Rubino, Andrea Rodini; musica di Oronzo Rubino)

Sulle tue curve la mia mano ondeggerà
anche se il tuo corpo di curve non ne ha
sei sempre più spigoloso
poi sorridi se mi mostro geloso

Amami uomo con le mani da uomo
e toccami fiero
con un soffio leggero

Bello di mamma
tosto macio per papà
l’uomo senza curve un donnone sposerà
NO! C’è anche amore senza rima
Voglio urlare più forte di prima

Amami uomo con le mani da uomo
e toccami fiero
con un soffio leggero
e portami via (portami via)
delle braccia tue sarò in balia

Prendimi apparecchiami poi sorprendimi
(io t’amerò ma se vuoi star con me ti prego diglielo)
con un mazzo di fiori freschissimi
tranquillizzati ora vado li a cantare che

Io me ne vo
un postino diventerò
e non c’è pericolo per il ciao mamma, ciao papà
l’uomo senza curve un altro uomo abbraccerà
sarà la sua felicità

Amami uomo con le mani da uomo
(amore mio dirai che son io)
e toccami fiero
(e ti prenderò, ti apparecchierò, ti stupirò, ti sorprenderò)
con un soffio leggero
(con un mazzo di fiori freschissimi)

La la la
Prendimi, apparecchiami, poi sorprendimi
con un mazzo di fiori .


Io sono una finestra

di Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi (Platinette)

Io sono una finestra velata di vapore
In questa notte gelida deserta ed incolore
Rispecchia la finestra la carne e le emozioni
Di me che sono specchio delle contraddizioni
Difficile vedere se il vapore non svanisce
L'appiccicosa errore di chi non capisce
Eppure su riflette un'ombra che è la mia
Un'ombra di rossetto contro l'ipocrisia
Io non so mai chi sono eppure sono io
Anche se oltre il vetro per me
Non c'è mai un Dio
Ma questo qui è il mio corpo benché cangiante e strano
Di donna dentro un uomo eppure essere...umano
Sfogliando le parole di questa età corriva
Divento moralismo e fantasia lasciva
Crisalide perenne costretta in mezzo al guado
Mi specchio alla finestra e sono mio malgrado
Io non so mai chi sono io per la gente
Coscienza iconoclasta volgare e irriverente
Ma questo è solo un corpo il riflesso grossolano
Di donna o forse uomo comunque essere umano
Io non so mai chi sono eppure sono e vivo
Più del pregiudizio che scortica cattivo
Ma quando spio il mio corpo che si riflette piano
Non c'è una donna o un uomo, solo un essere umano
Io non so mai chi sono eppure sono e vivo
Più del pregiudizio che scortica cattivo
Ma quando spio il mio corpo che si riflette piano
Non c'è donna o uomo solo un essere... umano
Io sono una finestra che aspetta che il vapore
Svanisca come un sogno.


Strade e pensieri per domani

Sai da soli non si può fare nulla,
sai io aspetto solo te.
Noi, voi, tutti, vicini e lontani insieme si fa...

Sai ho voglia di sentire la tua storia:
dimmi quello che sarà.
Il corpo e le membra nell’unico amore insieme si fa...

Un arcobaleno di anime
che ieri sembrava distante.
Lui traccia percorsi impossibili:
strade e pensieri per domani!

Sai se guardo intorno a me, c’è da fare,
c’è chi tempo non ne ha più.
Se siamo solidi e solidali insieme si fa...

Sai oggi imparerò più di ieri,
stando anche insieme a te.
Donne e uomini, non solo gente, insieme si fa…

Un arcobaleno di anime...

Sai c’è un’unica bandiera, in tutto il mondo
c’è una sola umanità.
Se dici “Pace - Libero tutti” insieme si fa...

Sai l’ha detto anche B.-P.:
«Lascia il mondo un po' migliore di così».
Noi respiriamo verde avventura e insieme si fa...

Un arcobaleno di anime...