La Sorgente

La circolarità dell'amore


Incontro di Sabato 17 Novembre 2007



Amante, Amato, Amore

25Un dottore della legge si alzò per metterlo alla prova: "Maestro, che devo fare per ereditare la vita eterna?". 26Gesù gli disse: "Che cosa sta scritto nella Legge? Che cosa vi leggi?". 27Costui rispose: "Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente e il prossimo tuo come te stesso ". 28E Gesù: "Hai risposto bene; fa' questo e vivrai"..


(Luca 10,25-28)



9Come il Padre ha amato me, così anch'io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. 10Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. 11Questo vi ho detto perchè la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
12Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. 13Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. 14Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. 15Non vi chiamo più servi, perchè il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perchè tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi. 16Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perchè andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perchè tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. 17Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri.
.


(Giovanni 15,9-17)




7Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perchè l'amore è da Dio: chiunque ama è generato da Dio e conosce Dio. 8Chi non ama non ha conosciuto Dio, perchè Dio è amore. 9In questo si è manifestato l'amore di Dio per noi: Dio ha mandato il suo unigenito Figlio nel mondo, perchè noi avessimo la vita per lui. 10In questo sta l'amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati.
11Carissimi, se Dio ci ha amato, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. 12Nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l'amore di lui è perfetto in noi. 13Da questo si conosce che noi rimaniamo in lui ed egli in noi: egli ci ha fatto dono del suo Spirito. 14E noi stessi abbiamo veduto e attestiamo che il Padre ha mandato il suo Figlio come salvatore del mondo. 15Chiunque riconosce che Gesù è il Figlio di Dio, Dio dimora in lui ed egli in Dio. 16Noi abbiamo riconosciuto e creduto all'amore che Dio ha per noi. Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui.
17Per questo l'amore ha raggiunto in noi la sua perfezione, perchè abbiamo fiducia nel giorno del giudizio; perchè come è lui, così siamo anche noi, in questo mondo. 18Nell'amore non c'è timore, al contrario l'amore perfetto scaccia il timore, perchè il timore suppone un castigo e chi teme non è perfetto nell'amore.
19Noi amiamo, perchè egli ci ha amati per primo. 20Se uno dicesse: "Io amo Dio", e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. 21Questo è il comandamento che abbiamo da lui: chi ama Dio, ami anche il suo fratello.
.

(1 Gv 4,7-21)


Proposte per la riflessione e la condivisione

L'esperienza d'Amore per noi stessi.

  1. Riconosci che la vita è un prezioso dono da tenere stretto, senza farlo sfuggire? Hai mai pensato di essere stato ingrato per non avere riconosciuto abbastanza i doni che hai, o pensi che la vita sia stata/sia sgradevole per te?
  2. Che cosa o chi ti suscita situazioni di benessere, di gioia, di amore, di voglia di fare Bene e del Bene? C'è mai stato qualcosa o qualcuno che ti ha "scaldato" il cuore?
  3. E' facile per te amarti ed accettarti consapevolmente? Qual è la cosa che ti piace di te?La curi, la fai crescere?Quale quella che non accetti? Come pensi di risolvere quest'ultima difficoltà?
L'esperienza d'Amore per l'altro.
  1. Hai provato a custodire l'altro non solo a parole ma anche con fatti concreti e provarne piacere?
  2. Hai mai desiderato che l'altro fosse geloso (nel senso di zelante) di te? Hai mai esperimentato la gioia di ricevere attenzioni dall'altro?
  3. Hai mai sperimentato il benessere che si raggiunge quando riesci a superare le difficoltà dell'altro e accettarlo così com'è
L'esperienza d'Amore reciproco.
  1. Pensi di essere votato per essere "oggetto e soggetto" all'Amore?
  2. Quali sono i maggiori frutti (come la condivisione, la forza, la consapevolezza) da raccogliere e le più grandi difficoltà (l'accettazione, il perdono, la comprensione) da superare in una relazione interpersonale? Quale è secondo te l'ingrediente che rinforza e ringiovanisce l'amore reciproco?
  3. Quale è la promessa d'Amore che noi possiamo coraggiosamente fare all'altro per la sua felicità?E quale quella che vorremo ricevere per essere felici?