La Sorgente

La convivenza come cambio di stagione


Incontro di Sabato 18 Marzo 2006


Un punto di vista eretico

Salmo 50

3 Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia;
nella tua grande bontà cancella il mio peccato.
4 Lavami da tutte le mie colpe,
mondami dal mio peccato.

5 Riconosco la mia colpa,
il mio peccato mi sta sempre dinanzi.
6
Contro di te, contro te solo ho peccato,
quello che è male ai tuoi occhi, io l'ho fatto;
perciò sei giusto quando parli,
retto nel tuo giudizio.

7 Ecco, nella colpa sono stato generato,
nel peccato mi ha concepito mia madre.
8
Ma tu vuoi la sincerità del cuore
e nell'intimo m'insegni la sapienza.

 

9 Purificami con issopo e sarò mondo;
lavami e sarò più bianco della neve.
10 Fammi sentire gioia e letizia,
esulteranno le ossa che hai spezzato.

11 Distogli lo sguardo dai miei peccati,
cancella tutte le mie colpe.
12
Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.

13 Non respingermi dalla tua presenza
e non privarmi del tuo santo spirito.
14 Rendimi la gioia di essere salvato,
sostieni in me un animo generoso.




14 E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi;

(Giovanni 1,14)


22 Finché la terra durerà, semina e raccolta, freddo e caldo, estate e inverno, giorno e notte, non cesseranno mai.

(Genesi 8,22)

14 Gioisci, esulta, figlia di Sion, perché, ecco, io vengo ad abitare in mezzo a te - oracolo del Signore -.

(Zaccaria 2,14)


Alcuni spunti di riflessione

  1. Quanto sono disposto a lasciarmi "violentare" dalla vita?
  2. Il "meglio secondo me" è sempre il meglio per me?
  3. Sono pronto per il modo che "irrompe"?
  4. Perché fare spazio a qualcun altro nei miei cassetti?
  5. Perché non fare spazio a qualcun altro nei miei cassetti