La Sorgente

Il Perdono che ci ha creati


Incontro del 22 Novembre 2003

Da: A. CENCINI Vivere Riconciliati - Aspetti Psicologici

 

Il perdono che ci ha creati (pp 57-61)

Dio ha creato l’universo e quanto contiene, ha creato l’essere umano a sua immagine e somiglianza… ma la società umana è una creazione del tutto nostra, in questa siamo chiamati ad essere co-creatori con Dio… qui giochiamo il nostro essere chicco di frumento o seme di zizzania, e la chiave di svolta è la misericordia

Spesso diciamo di accettarci nelle nostre debolezze e fallimenti. Ma in genere queste frasi non riescono a generare profondi cambiamenti nella nostra vita.¨Tutto rimane uguale a prima. “C’è un’altra fase da attraversare, quella del perdono che ci riconcilia dentro e fuori di noi”

Alcune parole
  • confessione ,confessionale, confessore, P. spirituale…
  • pentimento, senso di colpa, rimorso, rimordimento…
  • assoluzione, condono,perdono… pena, espiazione,purificazione…
  • condanna, sentenza, tribunale, carcere, giudizio, segregazione…

Tutte queste parole ci sembrano vecchie, logorate, appartenenti ad una mentalità non moderna e ad un tempo che non esiste più.

Perdonare è dimenticare? Far finta di niente? Sospendere o ridurre la pena? Essere deboli o magnanimi?

Crediamo infantilmente che il perdono sia legato alla trasgressione, e quindi una esperienza negativa, come se dare e ricevere misericordia fosse solo un episodio che non ci cambia dentro nè ci rivela nulla sulla nostra origine e il nostro destino.

Crediamo poco alla logica del perdono, alla possibilità di pentirsi, di sentirsi riconciliati con noi stessi, con la vita, con gli altri, con Dio, di perdonare e di essere perdonati.

DIO PERDONA SEMPRE!!!

Ma non sempre ci sentiamo perdonati, o, se ci sentiamo tali, non ne sappiamo abbastanza godere. Il nuovo di Dio che si rivela a noi nella Scrittura è questo: Viviamo immersi nella Misericordia. Non si tratta di un evento episodico, ma è una forma di essere nell’esistenza

Misericordia: cosa è? Nell’AT la misericordia significa alla radice “grembo materno” (generazione gratuita di vita; sentimento viscerale) è la forza che freme dentro Dio quando vede il suo Popolo oppresso o infedele. Non possiamo ignorare di essere stati generati dalla misericordia.

Nel NT Gesù è la misericordia del Padre fatta carne!

Il Figlio prodigo e il figlio inappuntabile… o il Padre misericordioso (Lc 15,11-32).