La Sorgente

Conclusioni 1


Incontro del 3 Maggio 2003

Vuoi Guarire? (Gv 5,6)


Salmo 118

1Alleluia.
Celebrate il Signore, perché è buono;
perché eterna è la sua misericordia.
2Dica Israele che egli è buono:
eterna è la sua misericordia.
3Lo dica la casa di Aronne:
eterna è la sua misericordia.
4Lo dica chi teme Dio:
eterna è la sua misericordia.
5Nell'angoscia ho gridato al Signore,
mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo.
6Il Signore è con me, non ho timore;
che cosa può farmi l'uomo?
7Il Signore è con me, è mio aiuto,
sfiderò i miei nemici.
8E` meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nell'uomo.
9E` meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nei potenti.
10Tutti i popoli mi hanno circondato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
11Mi hanno circondato, mi hanno accerchiato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
12Mi hanno circondato come api,
come fuoco che divampa tra le spine,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
13Mi avevano spinto con forza per farmi cadere,
ma il Signore è stato mio aiuto.
14Mia forza e mio canto è il Signore,
egli è stato la mia salvezza.

15Grida di giubilo e di vittoria,
nelle tende dei giusti:
la destra del Signore ha fatto meraviglie,
16la destra del Signore si è innalzata,
la destra del Signore ha fatto meraviglie.
17Non morirò, resterò in vita
e annunzierò le opere del Signore.
18Il Signore mi ha provato duramente,
ma non mi ha consegnato alla morte.
19Apritemi le porte della giustizia:
voglio entrarvi e rendere grazie al Signore.
20E` questa la porta del Signore,
per essa entrano i giusti.
21Ti rendo grazie, perché mi hai esaudito,
perché sei stato la mia salvezza.
22La pietra scartata dai costruttori
è divenuta testata d'angolo;
23ecco l'opera del Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.
24Questo è il giorno fatto dal Signore:
rallegriamoci ed esultiamo in esso.
25Dona, Signore, la tua salvezza,
dona, Signore, la vittoria!
26Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Vi benediciamo dalla casa del Signore;
27Dio, il Signore è nostra luce.
Ordinate il corteo con rami frondosi
fino ai lati dell'altare.
28Sei tu il mio Dio e ti rendo grazie,
sei il mio Dio e ti esalto.
29Celebrate il Signore, perché è buono:
perché eterna è la sua misericordia.

Dal Vangelo secondo Giovanni 

Gv. 5, 2-16

2V'è a Gerusalemme, presso la porta delle Pecore, una piscina, chiamata in ebraico Betzaetà, con cinque portici, 3sotto i quali giaceva un gran numero di infermi, ciechi, zoppi e paralitici. ... 5Si trovava là un uomo che da trentotto anni era malato.
6Gesù, (Un giorno di Sabato), vedendolo disteso e, sapendo che da molto tempo stava così, gli disse:
«Vuoi guarire?». 7Gli rispose il malato:
«Signore, io non ho nessuno che mi immerga nella piscina quando l'acqua si agita. Mentre infatti sto per andarvi, qualche altro scende prima di me».
8Gesù gli disse:
«Alzati, prendi il tuo lettuccio ecammina».(*)
9E sull'istante quell'uomo guarì e, preso il suo lettuccio, cominciò a camminare.
10Dissero dunque i Farisei e i loro capi all'uomo guarito:
«E` sabato e non ti è lecito prender su il tuo lettuccio».
11Ma egli rispose loro:
«Colui che mi ha guarito mi ha detto: Prendi il tuo lettuccio e cammina».
12Gli chiesero allora:
«Chi è stato a dirti: Prendi il tuo lettuccio e cammina?».
13Ma colui che era stato guarito non sapeva chi fosse; Gesù infatti si era allontanato, essendoci folla in quel luogo.
14Poco dopo Gesù lo trovò nel tempio e gli disse:
«Ecco che sei guarito; non peccare più, perchè non ti abbia ad accadere qualcosa di peggio». ...
16Per questo i Farisei e i loro capi cominciarono a perseguitare Gesù, perchè faceva tali cose di sabato

(*) L'ordine di Gesù suonerebbe così, con un tono di voce aspro, alto e forte:
«Smettila, muoviti! Prendi questa robaccia dove sei e vattene!»

Salmo 114

E' necessario attraversare molte tribolazioni per entrare nel regno di Dio (At 14,21)

1Alleluia. Amo il Signore perché ascolta
il grido della mia preghiera.
2Verso di me ha teso l'orecchio
nel giorno in cui lo invocavo.
3Mi stringevano funi di morte,
ero preso nei lacci degli inferi.
Mi opprimevano tristezza e angoscia
4e ho invocato il nome del Signore:
<<Ti prego, Signore, salvami>>.
5Buono e giusto è il Signore,
il nostro Dio è misericordioso.
6Il Signore protegge gli umili:
ero misero ed egli mi ha salvato.
7Ritorna, anima mia, alla tua pace,
poiché il Signore ti ha beneficato;
8egli mi ha sottratto dalla morte,
ha liberato i miei occhi dalle lacrime,
ha preservato i miei piedi dalla caduta.
9Camminerò alla presenza del Signore
sulla terra dei viventi.