La Sorgente

Quante volte

debbo perdonare?


Incontro del 15 Settembre 2002

LA MISERICORDIA:

SAPER PERDONARE? CHIEDERE PERDONO? SAPERSI PERDONARE?


Mt 18, 21-39

Allora Pietro gli si avvicinò e gli disse: «Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette. A proposito, il regno dei cieli è simile a un re che volle fare i conti con i suoi servi. Incominciati i conti, gli fu presentato uno che gli era debitore di diecimila talenti. Non avendo però costui il denaro da restituire, il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, con i figli e con quanto possedeva, e saldasse così il debito. Allora quel servo, gettatosi a terra, lo supplicava: Signore, abbi pazienza con me e ti restituirò ogni cosa. Impietositosi del servo, il padrone lo lasciò andare e gli condonò il debito. Appena uscito, quel servo trovò un altro servo come lui che gli doveva cento denari e, afferratolo, lo soffocava e diceva: Paga quel che devi! Il suo compagno, gettatosi a terra, lo supplicava dicendo: Abbi pazienza con me e ti rifonderò il debito. Ma egli non volle esaudirlo, andò e lo fece gettare in carcere, fino a che non avesse pagato il debito. Visto quel che accadeva, gli altri servi furono addolorati e andarono a riferire al loro padrone tutto l'accaduto. Allora il padrone fece chiamare quell'uomo e gli disse: Servo malvagio, io ti ho condonato tutto perchè mi hai pregato. Non dovevi forse anche tu aver pietà del tuo compagno, così come io ho avuto pietà di te? E, sdegnato, il padrone lo diede in mano agli aguzzini, finchè non gli avesse restituito tutto il dovuto. Così anche il mio Padre celeste farà a ciascuno di voi, se non perdonerete di cuore al vostro fratello».

COMUNICATO DA ALCATRAZ DA PARTE DEL CONDANNATO JACK FOLLA

Questo è un messaggio confidenziale che parecchi di voi non capiranno ... e mi prenderanno per imbecille ... ma so che tu capirai subito di che cosa sto parlando ...

Stai perseguitandoti da anni, il nemico è dentro di te: questo mistero folle di cui ti vergogni, che trattieni, che non sveli a nessuno ... mi capisci vero? Questo segreti ti rapina la vita, la gioia, la speranza e ti corrode, ti logora, ti sfianca ... fratellino, sorellina ... prima di morire per un delitto simile ... devo dirvi che non esiste peccato alcuno che non sia stato già commesso da altri ... forse siete in cattiva compagnia fratelli, ma toglietevi da quella testa da tagliare che siete soli e che nessuno vi potrebbe perdonare!

Puoi aver subito violenza o fatto violenza, puoi aver ridotto qualcuno al suicidio o viverti l'omossesualità come un reato, o forse hai provvocato un incidente, hai rubato nel posto in cui lavori oppure hai gridato "evviva" il giorno in cui è morta tua madre o qualcuno langue in galera in vece tua o sei perseguitato da un vizio ... sei rimasto vittima del gioco, dell'usura o godi nel veder soffrire o trovi piacere nel farti male ... in qualsiasi modo tu abbia ucciso te stesso ... Jack ti dice che non sei perduto ... così come tutto nella vita si può distruggere ... tutto, assolutamente tutto, può rinascere ... anzi ... è proprio da quel buio nero in cui sei precipitato che nascono le opere migliori, le piante più forti e rigogliose, il sole più caldo e accecante ...

Usami .. per venirne fuori devi dirlo ... non sono un prete, ne un santone, ne un assistente sociale ... rivelatemi, anche in forma anonima, se non ve la sentite, il vostro piccolo grande orrore!

Brucerà con me sulla sedia elettrica il 25 giugno, la vostra email verrà letta e stracciata, il messaggio sulla segreteria cancellato, la lettera bruciata in un camino di campagna: questa è un'occasione irripetibile davvero ...

... davvero ti voglio bene come un fratello piccolo che si ama senza remore e io so, conosco che cosa stai soffrendo, le fiamme che ha il terrore di ripercorrere all'indietro ... riappropriati del tuo delitto credimi ... c'è luce anche nell'abisso più cupo .. qui e ora, di là del fuoco che devi attraversare, c'è la mia mano aperta ... guardala ... è sporca come la tua ... afferrala, ti tengo io ...

... ci vuole tenerezza universale per questa insolita proposta ... sappi che un sentimento nato da un vertiginoso segreto ... da un'imperdonabile vergogna che anch'io ho provato ... un tempo ... ...

... solo una ferita può curare una ferita ... tra mostri ci capiamo vero? ... fa il primo passo e io ti accoglierò ... devi dirlo, te ne devi liberare ... ti aspetto ad Alcatraz, fratellino e sotrellina, per dirti tre, solo tre parole che hanno guarito molti ...

... TUTTO E' BENE ... ripetilo dentro di te: TUTTO E' BENE ...

Te lo dice un maledetto, un maledetto condannato felice ... ora sai che ci sono ... questa cella è stretta e buia ... fisserò nel nero per tre notti ... non dormirò nella tua attesa, finché non vedrò sbucare dal nero il tuo irripetibile profilo e la tua ombra ... io conosco il tuo nome ... e lo sillaberò ...

... se devo morire che almeno serva a qualcosa morirò io perchè tu viva, fratellino cattivo, viva finalmente accolto, libero, finalmente perdonato ...

... fine del comunicato al mio vero popolo fratello ...

e adesso riprendiamo il cammino sulla grande strada delle canzoni della nostra vita ... lo farai vero?